fbpx

Gengive che si ritirano: cause, sintomi e trattamenti

Le gengive sono una parte essenziale della salute del cavo orale, ma spesso vengono trascurate e non si dedica loro l’attenzione che meritano.

Uno dei problemi più comuni che colpiscono le gengive è la recessione gengivale. Le gengive che si ritirano possono comportare differenti problematiche, esistono però soluzioni per prevenirne l’aggravamento e ripristinarne l’integrità.

In questo articolo, esploreremo le cause, i sintomi e i trattamenti per le gengive che si ritirano.

Cause principali delle gengive che si ritirano

  1. Gengiviti: una causa comune del ritirarsi delle gengive è la gengivite, una condizione infiammatoria causata da placca batterica. Se non viene trattata correttamente, la gengivite può progredire in parodontite, danneggiando il tessuto gengivale e osseo.
  2. Spazzolatura eccessiva: spazzolare i denti con troppa forza, con movimenti scorretti o usando uno spazzolino a setole eccessivamente dure può danneggiare le gengive e causarne la recessione.
  3. Malocclusione: una cattiva occlusione o una posizione errata dei denti possono esercitare pressione eccessiva sulle gengive. Alcuni studi scientifici suggeriscono una correlazione fra malocclusione e retrazione gengivale.
  4. Tabagismo: il fumo crea infiammazione locale, riduce l’efficacia delle difese immunitarie e altera la circolazione sanguigna delle gengive, rendendole più vulnerabili alla recessione.
  5. Predisposizione genetica: alcune persone sono geneticamente più predisposte alla recessione a causa di gengive particolarmente sottili e fragili.
  6. Cattive abitudini alimentari: una dieta carente di nutrienti essenziali può indebolire le gengive e aumentare il rischio di recessione.

Sintomi più comuni delle gengive che si ritirano

I sintomi della retrazione gengivale possono variare da lievi a gravi. Alcuni dei segni più comuni includono:

  • Sensibilità ai denti, specialmente quando si consumano bevande o cibi caldi o freddi.
  • Alterazioni estetiche dei denti che sembrano più lunghi a causa del ritirarsi delle gengive.
  • Sanguinamento gengivale durante la spazzolamento o l’utilizzo del filo interdentale.
  • Gonfiore e arrossamento localizzato

In presenza di questi sintomi è importante consultare un dentista per una valutazione professionale.

Trattamenti per le gengive che si ritirano

Il trattamento delle recessioni gengivali dipende dalla gravità e dalle cause.

Alcune opzioni comuni di trattamento:

  1. Igiene orale migliorata: spesso una migliore igiene orale, che include un corretto movimento dello spazzolino e l’uso del filo interdentale, può aiutare a rallentare o arrestare il processo di retrazione.
  2. Rimozione della placca: si può eseguire una pulizia professionale per rimuovere la placca e il tartaro che contribuiscono alla recessione.
  3. Chirurgia gengivale: Nei casi più gravi può essere indicato un intervento chirurgico gengivale per ripristinare il tessuto danneggiato.
  4. Trapianto di gengiva: In alcuni casi nella chirurgia muco-gengivale viene impiegato tessuto gengivale prelevato da altre aree della bocca per trattare e rigenerare le recessioni.
  5. Correzione dell’allineamento dentale: se una cattiva occlusione è la causa o la concausa della recessione, lo specialista può consigliare l’uso di apparecchi ortodontici per correggere la posizione dei denti.

Prevenzione: la chiave contro le gengive che si ritirano

La prevenzione è la chiave per mantenere le gengive in salute e prevenirne la recessione.

Alcuni suggerimenti:

  • Igiene orale adeguata: spazzolare i denti almeno due volte al giorno e usare il filo interdentale regolarmente.
  • Visite regolari dal dentista: le visite di controllo regolari consentono al dentista di identificare tempestivamente i problemi delle gengive.
  • Evitate il tabagismo: il fumo danneggia la salute gengivale e può accelerarne il ritiro.
  • Mantenete una dieta equilibrata: una dieta ricca di nutrienti favorisce la salute delle gengive.
  • Stress ridotto: lo stress cronico può influire negativamente sulla salute gengivale, quindi sarebbe utile riuscire a ridurre i livelli di tensione e affaticamento personale.

In conclusione, le gengive che si ritirano sono un problema comune ma evitabile.

Con la giusta attenzione e una consulenza professionale, è possibile prevenire e trattare la recessione gengivale per mantenere un sorriso sano e attraente.

Fonte foto: Karolina Grabowska su Pexels

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email