fbpx

Dentiera fissa senza impianti o circolare su denti naturali?

La perdita di uno o più denti è uno dei casi che porta a considerare l’utilizzo di protesi dentali come il circolare su denti naturali, soluzione definita impropriamente “dentiera fissa senza impianti”.

Quando prendere in considerazione il circolare su denti naturali

Il circolare su denti naturali è una soluzione pensata per i pazienti che hanno perso alcuni denti (non tutti) e ne possiedono altri in buono stato o con buona possibilità di recupero; di fronte a questa situazione, sfruttando un numero limitato di denti residui presenti in arcata, viene creata una protesi, che può presentarsi come un blocco unico o divisa in più sezioni. Tale protesi viene cementata sui denti rimanenti, che fungono da supporto.

L’esecuzione di una protesi circolare richiede una fase preliminare di limatura e ricopertura totale dei denti rimasti. Tuttavia, la decisione di intraprendere questo percorso dipende dalla condizione dei denti esistenti; se completamente sani, potrebbe essere più appropriata una soluzione alternativa, come una protesi rimovibile parziale, onde evitare la demolizione di denti sani per la sostituzione di quelli mancanti.

In presenza di denti rimanenti già ricoperti, parzialmente ricostruiti o compromessi ma con radici integre, la protesi circolare diventa una scelta plausibile.

La sfida principale in questo contesto è la ricostruzione della corretta masticazione.

La limitata quantità di denti non più integri, complica il ripristino di una corretta masticazione e dell’originario rapporto occlusale delle arcate dentali.

In tal senso, la collaborazione tra protesista, gnatologo e posturologo diventa un elemento essenziale per il ripristino di una corretta occlusione e della fisiologica morfologia dentale, al fine di ricreare l’aspetto estetico, il rapporto meccanico e la funzionalità biologica.

Per garantire un risultato preciso è molto importante eseguire uno studio cefalometrico e antropometrico, che analizzi le forme anatomiche di viso e mascelle, delle articolazioni temporomandibolari e di tutti i parametri necessari per riprodurre la forma, la dimensione e il rapporto corretto tra i denti di entrambe le arcate.

Pertanto, attraverso la realizzazione di una protesi circolare, viene ripristinata la posizione corretta dei denti la loro naturale morfologia, ricstruendo sia l’aspetto estetico naturale, che il rapporto meccanico, funzionale e fisiologico dell’occlusione del paziente.

Circolare sui denti naturali e dentiera fissa: quanto costa un sorriso nuovo e sano?

Consultare uno specialista esperto è essenziale per effettuare una valutazione approfondita della problematica del cavo orale e per definire le cure necessarie.

Il costo della procedura varierà in base alle tecnologie utilizzate, alle terapie impiegate e agli interventi richiesti per il completo restauro della salute del paziente.

Fonte foto: Moe Magners su Pexels | La foto non rappresenta persone legate all’argomento di questo articolo (modello/a in posa)