fbpx

Incapsulare un dente: tutto sulle nuove tecnologie per la realizzazione delle capsule

Cosa vuol dire “incapsulare un dente”? Leggi questa mini guida e scopri le nuove tecnologie adottate da Odontoaesthetics sull’incapsulamento dentale.

Incapsulare un dente: quando e come incapsulare un dente

Incapsulare un dente significa realizzare una corona da applicare sopra a un dente danneggiato o indebolito; il suo scopo è quello di proteggere il dente, consentendogli di resistere a eventuali traumi futuri.

La capsula può essere interamente costruita da materiali quali metallo, zirconio, disilicato di litio o rivestita in materiali come resina, ceramica, e altri, in maniera tale da ricreare esteticamente lo smalto naturale del dente.

In seguito a ciò risulta fondamentale rivolgersi a dentisti esperti, capaci di valutare e consigliare la soluzione migliore per ogni paziente, studiando a fondo ogni singola situazione e consigliando i materiali e le tecnologie migliori e più efficaci.

Incapsulare un dente: perché scegliere Odontoaesthetics

La scelta di Odontoaesthetics per l’incapsulamento dentale si distingue per l’approccio innovativo fondato sul concetto di biomimetismo. Questo nuovo paradigma è applicabile in diverse situazioni, come nei casi in cui sia necessario ricostruire completamente la parte esterna di un dente, naturalmente costituita dallo smalto.

Il biomimetismo impiega materiali e tecniche volte a replicare al meglio ciò che la natura ha creato: l’incapsulamento di un dente, o la copertura con una corona, avviene attraverso l’utilizzo di materiali di ultima generazione come il disilicato di litio.

Questo innovativo materiale consente di ricostruire la superficie esterna del dente in maniera simile allo smalto naturale, con spessori analoghi. Scegliendo il disilicato di litio, infatti, si riproducono le caratteristiche estetiche, fisiche e meccaniche dello smalto naturale del dente.

Questo tipo di materiale viene elaborato e lavorato attraverso le tecnologie digitali come la scansione 3D della bocca, applicata all’intelligenza artificiale: essa infatti analizza l’anatomia dei denti sani e replica la forma della capsula (o della corona) sulla base degli elementi naturali.

Questo approccio permette di elaborare e riprodurre la morfologia specifica di ciascun dente, prendendo spunto dalla forma anatomica e dalla funzione meccanica dei denti sani presenti nella bocca del paziente.

Come viene creata la capsula e in che tempi?

Questa procedura permette di realizzare le corone in maniera molto più rapida: i materiali vengono lavorati attraverso dei fresatori a controllo numerico, tali per cui la realizzazione avviene in tempi molto brevi saltando i passaggi tradizionali di laboratorio.

Dove necessario, si può effettuare questo procedimento anche in una sola seduta.

Tale procedura, nota come Chairside, è utile soprattutto per quei pazienti che viaggiano spesso o vivono lontano e preferiscono terminare il lavoro in una volta sola.

Le capsule che vengono realizzate attraverso questa innovativa tecnologia sono caratterizzate da una straordinaria estetica, funzionalità elevata e un’estrema conservazione dei tessuti naturali.

Grazie ad uno spessore inferiore rispetto alle capsule tradizionali e alla massima fedeltà nel riprodurre lo smalto naturale, le ricostruzioni biomimetiche si integrano in modo ottimale con le strutture fisiologiche del cavoi orale.

Fonte foto: Immagine di Freepik – La foto non rappresenta persone legate all’argomento di questo articolo (modello/a in posa)

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email